Stampare tessere PVC: come farlo al meglio!

Stampare tessere in PVC, per gli operatori del settore oppure per i singoli utilizzatori quali ad esempio aziende – enti pubblici o federazioni, può essere semplicissimo. È comunque fondamentale riconoscere bene, sempre, le caratteristiche della propria applicazione e successivamente selezionare i prodotti migliori.

stampare tessere pvc

Perché una stampante per card non è sempre la scelta migliore. Piccoli quantitativi di card personalizzate si sposeranno certamente con una produzione “just in time”,
ovvero attraverso device di stampa che riescano a personalizzare anche numeri bassi di tessere in pvc. Al contrario medio alti volumi non potranno mai essere prodotti attraverso stampanti termografiche, in quanto i costi di produzione diverrebbero troppo onorosi.


Qual’è la soluzione per stampare tessere PVC che fa al caso tuo?


Identificare il tipo di dato da stampare può sicuramente aiutarti. Se tu dovessi stampare una quantità bassa ma altamente personalizzata (ad esempio con una foto di un dipendente, di un socio o iscritto alla tua federazione) sarà sicuramente meglio dotarsi di una piccola stampante a tecnologia termografica come il KIT PRONTO PLUS collegata con un software di fotocomposizione come CARDPRESSO. Questa configurazione è adattissima all’emissione istantanea di tutte le tue carte plastiche in PVC. Se desideri qualcosa di più, hai bisogno di più autonomia o velocità, può venirti incontro il KIT MAGICARD 300 PRO che possiede la stessa configurazione ma con un caricatore automatico precisissimo e la possibilità di personalizzare contemporaneamente il fronte ed il retro di ogni tipologia di card (identificazione, fidelizzazione, abbonamento, etc…).


Quando è sconveniente utilizzare una stampante per stampare tessere PVC?


Un’alta quantità di card poco personalizzate (in monocromatico con testi variabili, barcode, numerazioni) è facilmente gestibile. Come? tramite una stampa industriale in offset oppure in digitale a prezzi molto più contenuti della sublimazione termografica. Quantità di 1000 – 5000 – 10000 tessere tutte uguali, serializzate, tendenzialmente si producono in questo modo per ammortizzare i costi di produzione uniformando le grafiche (che debbono essere tutte uguali o appartenenti a lotti in “resa mista”, come ad esempio 4 lavorazioni da 250 card ciascuna).


La tecnologia integrata


Sia con la tecnologia termografica sia con la tecnologia offset si possono personalizzare card in pvc tecnologiche con banda magnetica, chip a contatto, chip senza contatto, QRCODE. Il valore aggiunto di avere una tecnologia integrata non è mai scontato. É quindi sempre meglio prevedere con largo anticipo quali tecnologie saranno utilizzate per ogni applicazione:


Il controllo degli accessi e la rilevazione delle presenze (badge aziendale)
Nel controllo accessi e rilevazione presenze le tecnologie maggiormente utilizzate sono quelle della banda magnetica (impianti di vecchia generazione) o RFID (impianti di nuova generazione). Naturalmente ogni impianto può essere dotato di doppia tecnologia (Magnetica + RFID).

Le card di fidelizzazione o loyalty
Per quanto riguarda le card di fidelizzazione, raramente hanno chip a contatto. Oramai la tecnologia si è quasi totalmente uniformata su QRCODE che danno accesso a applicazioni Web-Based.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menù